Ore 14.30 di una uggiosa giornata di metà marzo….

Antonio: “Ragazzi brutte notizie, il fusto di MayAle è difettoso, è andato a farsi benedire, ci sono stati problemi…..”

Raffaele —> E’ na tragggedia!!!

Anna —> E ora come facciamo? Moriremo tutti!!!

Ciro (cioè io) —> #Censored#

Susy —> Fonti non confermate l’hanno vista vagare nei pressi del Centro Direzionale in preda ad allucinazioni e visioni angeliche….

Luppolito non ha letto il messaggio subito, altrimenti sarebbe finito sicuramente in cardiologia, è un ragazzo sensibile…..

Ma Antonio, mentre era oramai preso dalla disperazione e sull’orlo di una profonda crisi depressiva (fonti dicono che avesse cominciato a bere acqua), ebbe un’estasi mistica: gli apparve San Patrizio, che emergendo da una pinta disse: “Non temere impavido e devoto discepolo, un signore baffuto e ben vestito, un Lord d’oltremanica salverà te e i tuoi seguaci dalla disfatta, illuminerà i vostri cuori e scalderà le vostre papille; questo Lord verrà al mondo in una cantina e sarà scaldato da un rudimentale impianto; lo chiamerete Kiapone e riserverete a lui ogni onore e gloria”…

Ed ecco che, secondo come descritto da San Patrizio, apparve il fusto di Oatmeal Stout: tale nettare venne chiamato Sir Kiapone (clicca per la ricetta)

Sia la strada al tuo fianco, il vento sempre alle tue spalle,

che il sole splenda caldo sul tuo viso e la pioggia cada dolce nei

campi attorno e finché non ci incontreremo di nuovo,

possa Dio proteggerti nel palmo della sua mano.

(S. Patrizio, Benedizione del viaggiatore)

Alla SirKiapone fu data giusta gloria, fu donata al buon Pasquale che la dispensò a tutti gli avventori della serata e lei ricambiò cotanta gloria dispensando i suoi sapori ed aromi, dominava la tostatura di caffè, che si ritrovava sia al naso

 

che al palato. Oltre alle note di caffè, comunque non troppo invadenti e potenti, 

si potevano notare sentori di uva passa al naso. La cosa molto interessante di questa birra era il suo corpo estremamente leggero, morbidoso (grazie ai fiocchi d’avena) e la sua buona carbonazione; questo mix rendeva la SirKiapone molto molto beverina, inoltre lasciava anche un buon retrogusto caffettoso abbastanza persistente.

 

 

 

 

 

 

La degustazione gratuita del Lord inglese è stata anticipata dalla parabola  di Antonio “Guru” Garofalo, che stavolta ha trattato le varie fasi del processo di birrificazione, per la serie “Prima il dovere e poi il piacere”….

 

 

 

 

 

 

La terza lezione è stata impreziosita dalla partecipazione del birraio Alberto Mocchetti del Birrificio Okorei di Marigliano, con il quale il nostro buon Pasquale ”Bulldozer” sta collaborando per i 30 anni del Labyrinth (si vedranno delle belle  😎  ).

Ovviamente ti aspettiamo per il quarto appuntamento con il nostro Corso di homebrewing giovedi 22 marzo, sempre al Labyrinth Birreria di Pomigliano.

 

Kampai!!  :mrgreen:

Ciro Buonaurio

Ciro Buonaurio

Beer-Blogger per dipendenza, amo sperimentare e provare nuovi sapori.
Ho sempre avuto la passione per la birra a causa di una possessione demoniaca. Con l'età il demone (Amon) dentro di me è cresciuto sempre di più, trasformandomi in un Devilman. Ora l'unica sua missione è quella di salvare l'intera umanità dall'ignoranza, placando la sua immensa sete di birra....ovviamente artigianale!
Ciro Buonaurio

Latest posts by Ciro Buonaurio (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*