In una casetta di pietra vivevano una povera Anna con il suo fidato amico, di nome Luppolito. Non possedevano che un bicchiere vuoto, voglia di imparare cose nuove e la loro sete…tanta sete.
Caro e fidato Luppolito, cosa faremo in questa sera fredda e solitaria e come ci riscalderemo?”  Luppolito mi risponde: “Anna, io sono andato in giro per te ed ho incontrato il Guru con la sua Susina con il quale ho fatto uno scambio, a mio avviso, persino migliore di quello che Jack fece con la vecchietta che gli diede dei fagioli in cambio di una mucca. L’esperto maestro mi ha dato una dispensa per un corso (ovviamente sulla birra – di cosa stiamo parlando!) , sei contenta?”

Io che all’inizio ero quasi scettica mi lascio convincere e seguiamo le indicazioni birrose del libricino magico ; arriviamo alla meta: La-beer-int un paesino tranquillo dove si erge un bel pub-castello la cui porta, alla nostra vista, si apre da sola e ci fa entrare.

All’interno ci sono il Guru, la sua Susina e tutti i discepoli che stanno disquisendo di birra e dintorni. Concetti reali e consigli preziosi aleggiavano per quelle stanze: “è il lievito che fa la birra, una birra ad alta gradazione ha bisogno di tempi più lunghi per maturare, le tipologie di birre, le tecniche per farne di buone”

“Caro e fidato Luppolito guardati intorno, questo posto ha un non so che di familiare”. In quel preciso istante dal bancone da cui si ergevano una marea di spillatori compare lui, il Good Giant, che offre nettare prezioso, ricercato e per tutti i palati. Lui parla, inoltre, di tecniche per ricavare i lieviti dalla mela cotogna realizzati già 20 anni fa, parla del suo castello e dell’amore che ha per lo stesso. È una montagna di bontà!

“Hai visto ingenua Anna?! Te l’avevo detto che saremmo andati meglio di Jack, abbiamo trovato l’oro, l’ebano e tutti versati in boccali meravigliosi! Ma io non ce la faccio più ad aspettare ho la gola secca”. Con noi si unisce il MaranWriter per assaggiare NAPA dal gusto tropical, STOUT del mar Pacifico, GRAPEFRUIT IPA dal colore rubino.

                                                                                           

“Luppolino adorato, Jack però non riesce più a ritornare nel paese del gigante e noi quindi come faremo?” Annaaaaaa… Io più che Jack mi sento pollicino: lascio tappi di birra dietro i miei passi perché così non perdo mai la strada maestra!

Orsù… Dunque… CHEERS!!

Anna Della Medaglia

Anna Della Medaglia

"Non so cosa faccio, so quello che mangio" e da un po' di tempo cerco di sapere quello che bevo! Neoapprezzatrice di birre e amante indiscussa dell' IPA sempre pronta per avventure beer-gastronomiche perché il più grande amore indiscusso e disinteressato è sempre quello per la buona tavola posizionata in un sistema di riferimento inerziale e molto ma molto affollato. Cheers!
Anna Della Medaglia

Latest posts by Anna Della Medaglia (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*