Prendi una sera di inizio estate,

una di quelle sere calde che arrivano alla fine di una giornata di lavoro nella quale hai sudato 7 camicie, 3 magliette, 5 mutande e 2 calzini, arrivi a casa e hai Mike Shinoda nell’anticamera del cervello che ti dice

“Everything you say to me 
Takes me one step closer to the edge 
And I’m about to break 
I need a little room to breathe 
Cause I’m one step closer to the edge 
And I’m about to break “…

Ecco è in una sera del genere nella quale apro la porta e mi trovo quelle “freselle” sulla cucina che mi guardano con l’occhio languido desiderando solo di essere “spugnate” per bene e allora……. GRANDE GIOVE!!!

 

Mi fiondo come Marty Mc Fly verso il frigo, prendo ciò che serve e compongo la mia DeLorean… mi accorgo che manca il propulsore, il canalizzatore di flusso…

 

Riapro il frigo e mi trovo una Black Luppy: rinfrescante, appagante…. (maggiori dettagli qui, oppure chiedete al fidato Cesare, che l’ha bevuta durante il beersharing del CiClone di Birre a Sorrento  :mrgreen: ).

Ritempro il cervello, mi riprendo dalle fatiche della giornata e rinfresco le mie fauci…

 

 

Dopo aver placato la sete primaria, sento il bisogno di relax… mi serve un’altro propulsore….

In un angolo del frigo trovo una bottiglia scura, piccola… la prendo e mi viene ancora da dire “Grande Giove”…

Mi ritrovo con una birra del Birrificio Karma, il cui nome è tutto un programmma: Na Tazzulell e’ Cafè, una Ale a cui sono stati aggiunti zucchero di canna, spezie e caffè Kimbo (un esempio perfetto di Made in Campania).

La birra si presenta di colore marrone scuro, con una discreta torbidità, schiuma poco persistente e di color cappuccino.

Dopo averla versata al naso si percepisce chiaramente l’aroma di caffè tostato e sullo sfondo un’altro dolce aroma di cioccolato fondente e zucchero.

Allettato da questa dolcezza, provo a gustarla e subito si nota il corpo molto leggero rispetto alle aspettative, ha un entrata morbida e una carbonazione praticamente assente, ritorna il cioccolato e il caffè percepito al naso; a fine bevuta si sente anche un leggero amaro che equilibra la birra. I suoi 8.5 ABV si sentono alla fine della bevuta, anche con un certo warming, mentre rimane per un bel pò di tempo l’aroma di caffè come retrogusto.

A mio parare una birra adatta al fine pasto, da abbinare con un dolce, meglio se ben strutturato, o con un formaggio affumicato.

 

 

Dopo il caffè mi abbandono tra le braccia di Morfeo, rigorosamente con finestra aperta, ma con l’animo rinfrancato

“Time is a valuable thing
Watch it fly by as the pendulum swings
Watch it count down to the end of the day
The clock ticks life away…”

KAMPAI!! 😎

 

Ciro Buonaurio

Ciro Buonaurio

Beer-Blogger per dipendenza, amo sperimentare e provare nuovi sapori.
Da un pò di tempo il piccolo Cesare è al mio fianco durante le avventure birraie.
Ciro Buonaurio

Latest posts by Ciro Buonaurio (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*